Infortunio sul lavoro risarcimento: come calcolarlo e come ottenerlo

Infortunio sul lavoro risarcimento: come calcolarlo e come ottenerlo

Se ti sei fatto male durante lo svolgimento delle mansioni lavorative, sai benissimo di avere diritto a un rimborso, anche se non sempre è semplice ottenere pienamente quello che ti spetta.

Come ottenere un risarcimento danni per infortunio sul lavoro


Per ottenere un risarcimento danni da infortunio, il lavoratore deve dimostrare l’esistenza:

  • del danno subìto;
  • del rapporto di lavoro;
  • del nesso causale tra il danno e la prestazione del datore di lavoro.

Continua a leggere

Risarcimento danni malasanità: come funziona e come richiederlo

Risarcimento danni malasanità: come funziona e come richiederlo

Con il termine malasanità vogliamo includere tutti quegli errori sanitari che hanno provocato danni seri a chi li ha subiti e che, quindi, richiedono un risarcimento equo.


I casi di malasanità sono da imputare generalmente a:

Continua a leggere

Incidente stradale risarcimento: come ottenere in tempi rapidi quello che ti spetta

Incidente stradale risarcimento: come ottenere in tempi rapidi quello che ti spetta

Sei stato coinvolto in un sinistro stradale di grosse dimensioni e vuoi ottenere il giusto risarcimento ma non sai come destreggiarti tra leggi e pratiche burocratiche?

Molte le domande a cui vuoi trovare al più presto una risposta!

Noi di Sakrus, con il nostro staff di esperti, ti seguiremo passo dopo passo, dal momento della verifica del sinistro stradale, con tutti gli accertamenti sulla dinamica dell’incidente, fino all’ottenimento del rimborso.


In questo articolo, cercheremo di rispondere alle tue prime domande, in attesa di incontrarti per una consulenza gratuita.

Qual è il tempo della liquidazione di un sinistro stradale?

I tempi di attesa per ottenere il risarcimento da incidente stradale variano dai 30 ai 120 giorni.

Le tempistiche dipendono da vari fattori.

  • Constatazione amichevole = tempi abbastanza rapidi
  • Feriti gravi = tempi abbastanza lunghi

Risarcimento senza constatazione amichevole

In questo caso, la richiesta di risarcimento va presentata a mezzo di raccomandata con ricevuta di ritorno, allegando obbligatoriamente la denuncia dell’incidente.

A questo punto la compagnia assicurativa richiede comunque l’intervento del perito per la quantificazione del danno: all’accettazione dell’offerta impiega dai 60 ai 90 giorni per la liquidazione.

Nel dettaglio, ci vogliono circa 2 mesi qualora l’incidente non abbia provocato danni a persone; per il risarcimento danni per infortunio, invece, l’assicurazione impiega circa 3 mesi per la liquidazione.

Ovviamente non sei obbligato ad accettare la proposta di risarcimento dell’assicurazione. Se rifiuti, però, i tempi per la liquidazione inevitabilmente si allungano: in caso di fallimento del tentativo di conciliazione obbligatorio, non ti resterà altro che far causa alla compagnia assicurativa e attenerti ai tempi della giustizia.

Avvocato infortunio sul lavoro

L’iter burocratico  per l’ottenimento di un risarcimento in seguito a un incidente stradale può essere molto complesso. Noi di Sakrus, con il nostro staff di esperti, ti seguiremo passo dopo passo, dal momento della verifica del sinistro stradale, con tutti gli accertamenti sulla dinamica dell’incidente, fino all’ottenimento del rimborso.


Sinistro stradale: come si quantifica il risarcimento danni

Il risarcimento comprende:

  1. danni al veicolo: comprende i soldi necessari a riparare la macchina danneggiata dall’incidente. Si valuta l’auto al momento del sinistro: per cui, se il danno è superiore al valore economico residuo del mezzo, il proprietario ottiene un risarcimento limitato a tale importo;
  2. danni alla persona (conducente): comprende il danno patrimoniale, per le spese mediche, fisioterapia, cure varie affrontare o da affrontare, e il danno non patrimoniale costituito dal danno biologico e dai giorni di invalidità totali o parziali.

Danni al veicolo

A meno che il danno non sia minimo e irrisorio, l’assicurazione delega un proprio perito fiduciario per valutare l’entità del danno, il quale presenta una perizia e l’assicurazione, sulla base di tale valutazione, offre all’automobilista il risarcimento per il danno al veicolo.

Visto che le offerte delle assicurazioni tendono al ribasso rispetto all’effettivo costo della riparazione, puoi tranquillamente controdedurre, presentando una fattura o un preventivo del proprio carrozziere che riconosce un danno superiore.

Danni alla persona

Anche in questo caso l’assicurazione incarica un fiduciario per valutare le lesioni riportate dal danneggiato.

Questi dovrà presentare:

  • il certificato di pronto soccorso
  • tutti i certificati delle successive visite mediche
  • le ricevute per le medicine
  • le cure eseguite.

Al momento del sinistro, l’automobilista si fa rilasciare un referto medico dal pronto soccorso in cui sono indicati i giorni di prognosi.

Questi valgono ai fini del risarcimento: tanto maggiori sono, tanto più alto sarà il risarcimento per come a breve si dirà. All’esito dei giorni di prognosi indicati dal certificato del pronto soccorso, l’automobilista, qualora non completamente guarito, potrà farsi riconoscere altri giorni di prognosi da una struttura pubblica.

L’iter burocratico  per l’ottenimento di un risarcimento in seguito a un incidente stradale può essere molto complesso. Noi di Sakrus, con il nostro staff di esperti, ti seguiremo passo dopo passo, dal momento della verifica del sinistro stradale, con tutti gli accertamenti sulla dinamica dell’incidente, fino all’ottenimento del rimborso.